In questo articolo si parla di:
Bozza automatica 408

Telepass continua l’ampliamento dei servizi di sharing mobility attraverso l’introduzione delle eBike di RideMovi, azienda italiana tra i leader europei nel settore del bike sharing.

A partire da oggi, per noleggiare una eBike RideMovi sarà sufficiente essere cliente Telepass ed entrare nell’applicazione mobile gratuita, scaricabile su smartphone Android e iOS, localizzare sulla mappa il mezzo più vicino e sbloccarlo, scansionando il QR code presente sulla bici.

Bozza automatica 407

Gli utenti potranno circolare liberamente all’interno dell’area operativa RideMovi della città, lasciando i mezzi a fine corsa in aree che non intralcino il traffico stradale o il passaggio dei pedoni. Il noleggio delle eBike tramite l’app è attualmente disponibile in diciannove città italiane: Bologna, Caorle, Firenze, Imola, Lignano Sabbiadoro, Mantova, Milano, Padova, Palermo, Pesaro, Pisa, Portofino, Rapallo, Reggio Emilia, Roma, Santa Margherita Ligure, Torino, Vicenza, Venezia.

Le dichiarazioni

Aldo Agostinelli, chief consumer sales & marketing officer di Telepass, ha dichiarato: “L’ingresso delle eBike di RideMovi nel nostro ecosistema di mobilità integrata amplia l’offerta di sharing mobility per spostarsi in modo alternativo e sostenibile in città. La nostra mission è da sempre facilitare la vita delle persone in movimento. Partendo dallo ‘storico’ servizio di pagamento veloce e automatico del pedaggio autostradale, oggi Telepass offre oltre 20 servizi di mobilità caratterizzati da semplicità e velocità di fruizione. Due caratteristiche che da sempre ci contraddistinguono”.

Alessandro Felici, ceo di RideMovi, ha affermato: “Siamo entusiasti di unirci a Telepass per costruire insieme un futuro sempre più tecnologico e sostenibile. Questa collaborazione avrà un impatto importante e semplificherà gli spostamenti delle persone. Grazie alla collaborazione tra Telepass e il servizio di smart bike sharing RideMovi, saremo in grado di offrire un’esperienza ancora più completa di mobilità avvicinandoci ulteriormente all’obiettivo di creare città sostenibili, vivibili, con un ulteriore aumento della qualità della vita”.