In questo articolo si parla di:
Bozza automatica 587

Nato nel 2008, Birò è stato uno dei primi quadricicli elettrici lanciati sul mercato. Nel corso degli anni Estrima, la società produttrice, ha rinnovato più volte il suo storico veicolo, lanciando di recente la sua ultima versione. Nel nuovo Birò, i volumi interni sono stati aumentati, mentre non sono cambiate le misure esterne, che lo rendono il più piccolo mezzo elettrico a quattro ruote al mondo.

Birò: restare piccoli, ma pensare in grande

L’ingombro è meno di due m2, grazie ai 111 cm di larghezza e 179 cm di lunghezza. Il vano posteriore del modello standard, invece, passa da 41 a 122 litri (+200%) ed è accessibile dall’interno. In termini di omologazione, Birò è equiparato a uno scooter di cilindrata 50 cc, con una velocità massima di 45km/h (versione L6e) e 125 cc con velocità massima di 60km/h (versione L7e).

Bozza automatica 586

Risparmio energetico e sicurezza

Estrima ha voluto un veicolo che garantisse il massimo risparmio di energia attraverso il nuovo EV Motor Smart Drive. L’assorbimento energetico è al massimo di 1,1 kW in fase di ricarica, resa più semplice dal cavo multipresa in dotazione che permette di rifornirsi dai sistemi più comuni. Anche la frenata rigenerativa contribuisce ulteriormente ad aumentare l’autonomia. Il telaio a farfalla, prodotto da Brieda per le cabine di trattori e macchine da lavoro, garantisce la massima protezione dei passeggeri, mentre il nuovo design esterno con fari e luci posteriori full LED rendono migliore la visibilità della strada in ogni momento.

Birò: restare piccoli, ma pensare in grande 1

Tecnologia e connettività

Le integrazioni digitali lo rendono flessibile e semplice nel suo utilizzo. Grazie alla Birò app, infatti, si abilita una chiave direttamente sullo smartphone, con cui si può accendere e far partire il mezzo con facilità. L’app consente poi di sbloccare funzionalità aggiuntive come l’antifurto con blocco motore; la “drive mode”, per scegliere se guidare in modo più scattante o consumando meno, e il “parental control”, in grado di limitare l’utilizzo del veicolo in zone circoscritte e a una velocità limitata.

Birò: restare piccoli, ma pensare in grande 3