In questo articolo si parla di:
Bozza automatica 637

Thok annuncia l’arrivo sul mercato di Gram (in dialetto piemontese significa “cattivo”), la sua prima eMtb con telaio in fibra di carbonio. La nuova e-Enduro, amplia la gamma della casa di Alba, aggiungendosi alle serie MIG per l’All-Mountain, TK01 per l’Enduro e al modello HT, per l’uso misto Trail-Urban. La Gram è a suo agio nelle discese mozzafiato e sulle arrampicate più sfidanti. È una bicicletta adatta a scalare pareti che non si potrebbero affrontare a pedali e offre massimo divertimento anche nel downhill. Il modello nasce da due anni di progettazione, prototipazione e innumerevoli test condotti sugli sfidanti tracciati di Finale Ligure.

Bozza automatica 636

Design

Il design è firmato dalla D-Perf di Aldo Drudi. Vincitore di innumerevoli Award, disegnatore dei famosi caschi di noti piloti di MotoGP, Drudi ha reso la Gram una rappresentante iconica del raffinato Italian Style. Il telaio nasce da zero: le sue forme, le scolpiture, ogni minimo dettaglio, riportano a un modello unico di proprietà Thok, concepito attorno al motore Shimano EP8 e disegnato per rispondere ai requisiti cari alla casa d’Alba. In primis la performance della bici, ma anche e soprattutto del biker che la sceglie.

L’uso della fibra di carbonio ha consentito al marchio di realizzare angoli, linee e forme differenti e geometrie innovative. La disposizione degli strati è stata realizzata grazie all’analisi FEM (Finite Element Analysis) che ha consentito di individuare i punti di maggior sollecitazione e quelli che potevano essere alleggeriti perché meno critici. Sono stati dunque scelti diversi tipi di tessuti e intrecci; sulle zone più sollecitate Thok ha optato per la fibra di carbonio UD. L’unidirezionalità delle fibre, opportunamente disposte, aumenta la resistenza meccanica. Il telaio è composto sia da fibre di carbonio ad “alta resistenza”, che lo rendono più resistente e meno rigido dove serve, che da fibre di carbonio ad “alto modulo”, per migliorare la rigidezza e la risposta alle flessioni, soprattutto laterali.

Bozza automatica 638

Angoli, curve e punti di giunzione sono rinforzati per assicurare massima resistenza ma anche flessibilità; zona motore, head tube e carro posteriore sono invece caratterizzati da estrema rigidezza. Tutti i cavi sono stati integrati nel telaio dentro guaine affogate nella fibra di carbonio mentre i cuscinetti degli snodi del sistema di sospensione sono posizionati a diretto contatto col carbonio, senza boccole in alluminio. Un dettaglio che assicura incremento di rigidezza, risolve i problemi di attrito e usura e dona al mezzo purezza estetica.

Il tubo sella della Gram è stato verticalizzato con angolo da 78° per assicurare massima efficienza di pedalata e grande trazione in salita. Il peso del biker è tutto spostato in avanti e controbilancia l’impennarsi della bicicletta quando la forza sui pedali è massima e la pendenza stradale si alza.

Soluzioni innovative

Nella parte posteriore del telaio Gram saltano subito all’occhio i foderi bassi del carro full carbon con disegno asimmetrico e passaggio cavi integrato. Quest’originale soluzione favorisce la massima trazione in salita e una grandissima reattività in discesa. Il nuovo forcellino UDH compatibile con tutti i sistemi di trasmissione in commercio, di facile manutenzione e reperibilità, salvaguarda l’integrità della trasmissione, ruotando all’indietro in caso di impatto e migliora le prestazioni del cambio. Sopra al movimento centrale risaltano le “T-Ribs”, sempre realizzate in fibra di carbonio: che forniscono sostegno, dissipando la pressione prodotta dall’utilizzo e rendendo la pedalata più efficace. In aggiunta, migliorano la rigidezza laterale del telaio.

Bozza automatica 639

Il nuovo sistema di leveraggio TPS-2 aumenta la progressività: la ruota posteriore assorbe facilmente gli ostacoli in discesa e offre eccellente trazione in salita. La curva di compressione è stata adattata al carattere enduro. ll downtube è caratterizzato da carbonio a spessore differenziato e la sua sezione con forma a “C” contribuisce a disperdere le tensioni durante l’utilizzo su terreni accidentati. È stato estremamente verticalizzato, con l’obiettivo di abbassare il baricentro e favorire ulteriormente la pedalata in salita. Il Big Eye del T-Front System diminuisce le sollecitazioni nell’area della zona sterzo durante l’utilizzo sui tracciati più sconnessi. Rigidezza e precisione di guida sono sempre garantite grazie anche al tubo sterzo tapered 1.8.

Componentistica

La bicicletta è progettata intorno al sistema chiuso Shimano con motore EP8, ed è dotata di batteria integrata da 630 WH facilmente estraibile che permette la comoda ricarica separata dalla bici. L’assistenza offre due settaggi: “long” e “fast” ride con possibilità di ulteriore personalizzazione dei parametri. La bicicletta è disponibile in due versioni: Gram e Gram RC. La prima ha colorazione rossogrigio, la seconda grigio-nero. L’allestimento della Gram prevede sospensioni FOX, 170 mm di escursione sia all’anteriore che al posteriore, freni SRAM a quattro pistoni con dischi da 200mm, cambio SRAM a 12 rapporti e pneumatici Maxxis Assegai in assetto mullet.

Sulla Gram RC l’escursione della forcella FOX sale a 180 mm, con montata la versione factory della 38 Float all’anteriore e la Float X2 per l’ammortizzatore posteriore. Il manubrio è un Renthal in carbonio, i cerchi sono Crankbrothers. Il cambio è elettronico e i freni sono gli Shimano Deore XT a quattro pistoni da 203 mm.