In questo articolo si parla di:
Energica collabora con Midac sulla Second Life delle proprie batterie

Energica Motor Company ha firmato un nuovo accordo di ricerca con Midac, società tra i leader in Europa nella produzione di sistemi di accumulo e attiva nel programma IPCEI (Important Projects of Common European Interest) per lo sviluppo della catena del valore della batteria al litio in Europa. Il tema centrale di questa collaborazione verte sul trovare soluzioni innovative che possano facilitare i processi di Second Life delle batterie Energica.

“Lavoriamo per trasformare un potenziale problema in un’importante risorsa, estendendo la vita delle batterie attraverso il Second Life e infine riciclando i metalli al loro interno per sostenere la catena del valore della batteria al litio in Europa. Con Energica Motor Company condividiamo gli stessi valori di sostenibilità e di attenzione all’ambiente e su queste basi abbiamo avviato il progetto del Second Life che permetterà di creare valore a partire da pacchi batteria esausti”, ha affermato Filippo Girardi, presidente MIDAC SpA.

In particolare, le due aziende stanno lavorando su processi che possano garantire il riutilizzo dei moduli batteria prima di essere riciclati; questo permetterà di estendere la vita dei prodotti creando valore aggiunto alle batterie dei veicoli Energica esausti. I pacchi batterie non idonei saranno trattati nell’impianto di riciclo MIDAC e andranno ad alimentare la catena del valore dei materiali per la costruzione di nuovi pacchi batterie in Europa.

“Stiamo lavorando da tempo a questo progetto e grazie a questa collaborazione siamo sicuri di ottenere ottimi risultati. Per Energica Motor Company il tema della Second Life delle Batterie è fondamentale, perché tra i pilastri su cui sono poggiate le fondamenta di Energica troviamo sicuramente il creare un prodotto sempre più vicino a raggiungere il 100% in termini di ecosostenibilità, dalla creazione fino allo smaltimento”, ha affermato Giampiero Testoni, cto Energica Motor Company.