DSR/X la nuova adventure bike elettrica di Zero Motorcycles 4

Non conosce battute d’arresto il mercato dei motocicli in Italia. Dopo un primo semestre 2023, che aveva chiuso con +16,8% sul 2022, anche il mese di luglio incassa un altro incremento positivo. I dati diffusi da Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) segnano infatti un +16,9% nell’andamento delle messe in strada di moto, scooter e ciclomotori rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Malgrado la flessione che interessa i ciclomotori e il mercato elettrico, si conferma quindi il desiderio di due ruote degli italiani. Una tendenza positiva evidenziata anche dal presidente dell’associazione, Paolo Magri, che nel comunicato ha osservato come “il mercato abbia praticamente già raggiunto nel suo complesso i volumi di vendita registrati nel corso dei primi dieci mesi dell’anno scorso. È questo un segnale molto incoraggiante, che avvalora il ruolo centrale dei prodotti della nostra industria nella mobilità e nello svago e che alimenta le aspettative su Eicma, l’evento espositivo più importante del settore che si svolgerà a Milano il prossimo novembre, quale occasione unica al mondo per incanalare tutto questo interesse verso le due ruote e per offrire visibilità internazionale alle nostre imprese”.  

Entrando nel vivo dei dati, il mese di luglio fa segnare quota 38.478 veicoli messi in strada. La cifra più consistente è quella degli scooter, che immatricolano 20.999 mezzi e fanno registrare una crescita del 23,15% sullo stesso periodo del 2022. Seguono le moto con 15.084 unità, pari a +14,51%, mentre per il secondo mese consecutivo rimangono invece in territorio negativo i ciclomotori, che calano del 10,23%, immettendo sul mercato 2.395 veicoli.

Cumulato annuo

Rimane solida la performance del mercato cumulato, che cresce del 16,91%, in linea con l’andamento del mese di luglio. Ancora una volta si distinguono gli scooter, che aumentano di un quarto i volumi raggiunti nello stesso periodo del 2022 (+24,63%) e immatricolano 123.470 unità. Molto positivo anche l’andamento delle moto, con un incremento del 13,33% e 104.557 veicoli targati; i ciclomotori, con sole 12.401 unità registrate, fanno segnare invece una flessione del 13,38% rispetto ai primi sette mesi del 2022.

EXE: il maxi scooter del brand spagnolo Nerva con batterie LFP di BYD 2

Mercato elettrico

Prosegue l’affanno del mercato elettrico, che chiude il mese di luglio con una flessione del 35,59% e 1.397 veicoli messi in strada. Particolarmente critica la situazione degli scooter, che quasi dimezzano i volumi rispetto a luglio 2022 con 735 mezzi venduti, pari a un calo del 44,70%. Resta negativo anche il saldo dei primi sette mesi, con una performance del -23,25% pari a 8.640 veicoli venduti.