In questo articolo si parla di:
ewiva

Oltre 280 stazioni per un totale di circa 950 punti di ricarica ultra-veloce installati su tutto il territorio nazionale, da nord a sud del Paese. Sono questi i risultati che ha raggiunto Ewiva, la joint venture di Enel X Way e di Gruppo Volkswagen, leader del settore automobilistico che ha abbracciato la strategia dell’elettrificazione.

Per Ewiva, i primi sette mesi successivi al lancio e all’inaugurazione del primo sito di ricarica “premium” a Roma restituiscono già cifre significative, con cui la società contribuisce alla crescita dell’infrastruttura ad alta potenza in Italia, realizzando la più estesa e capillare rete di stazioni di ricarica pubblica hpc – high power charging lungo il territorio nazionale. Così il cpo – charging point operator conferma la sua mission di accelerare la transizione del nostro Paese verso la mobilità elettrica, sviluppando un’infrastruttura di ricarica ultra-veloce, innovativa, performante e sempre più alla portata di tutti.

Risultati che, inoltre, si traducono in un concreto contributo alla sostenibilità ambientale per il nostro Paese1. In particolare, fino a luglio 2023 le ricariche effettuate dagli eDriver sulla rete Ewiva hanno evitato l’emissione di oltre 7.100.000 kg di CO2 (equivalente ad aver piantato 394.000 alberi), 500 kg di particolato, 16.700 kg di ossidi di azoto. Inoltre, hanno contribuito alla riduzione dell’inquinamento acustico pari alla quantità di rumore prodotta da oltre 11.200 auto a motore. In più, il solo numero dei chilometri percorsi da chi ha ricaricato sull’infrastruttura Ewiva, pari a 58 milioni di km – 1.450 volte la circonferenza della Terra – manifesta il desiderio condiviso con gli utenti di viaggiare elettrico, preservare il più possibile l’ambiente, affidandosi a una rete ad alta efficienza con energia 100% rinnovabile.

colonnine ewiva

Ewiva ricalca quindi le visioni comuni di Enel X Way e Volkswagen Group sull’elettrificazione globale dei trasporti verso l’obiettivo della carbon neutrality. La diffusione della mobilità elettrica in Italia è lo scopo che Ewiva si pone di abilitare attraverso la capillarità, efficienza e affidabilità delle infrastrutture e il loro posizionamento in aree strategiche del Paese. Tutto questo anche migliorando il livello di accessibilità agli impianti di ricarica, che si traducono nella totale libertà di spostamento da nord a sud per i guidatori di veicoli elettrici.

In quest’ottica, in aggiunta agli oltre 50 provider di servizi di ricarica (msp, mobility service provider) interoperabili con la rete Ewiva tramite i quali gli utenti possono usufruire della ricarica con App o Card RFID, sono molteplici i progetti che l’azienda sta sviluppando. Primo fra tutti l’introduzione della funzionalità plug&charge su tutte le sue stazioni di ricarica. Questo è un innovativo sistema che permette alla colonnina di dialogare direttamente con la vettura, senza necessità di autenticarsi tramite app o tessere. Non solo: è in atto un progetto sperimentale che permette di pagare la ricarica direttamente alla stazione in modalità contactless attraverso carte di debito, credito o prepagate e altre app adibite.

colonnine ewiva

“I risultati ottenuti in questa prima parte dell’anno non fanno che spronarci a perseguire i nostri obiettivi in maniera ancora più convinta”, ha affermato Federico Caleno, ceo di Ewiva e head of country Italia di Enel X Way. “Il percorso verso la mobilità sostenibile ha visto una svolta negli ultimi anni e vede coinvolti vari attori pubblici e privati, in industry diverse e complementari. Ewiva, realizzando l’infrastruttura di ricarica elettrica ad alta potenza e impegnandosi a rendere il servizio di ricarica elettrica accessibile a tutti, da nord a sud, gioca un ruolo da protagonista nella diffusione dell’eMobility nel nostro Paese. Entro il 2025 puntiamo all’installazione di 3.000 punti di ricarica ultra-veloci in Italia. Un impegno costante, che condividiamo con gli amministratori locali che decidono di promuovere la mobilità elettrica nel proprio comune, ma anche con molteplici partner privati appartenenti a diversi settori, come GDO, Ho.Re.Ca e Retail, che supportano la visione di Ewiva e ai quali siamo riconoscenti per la collaborazione verso un futuro più sostenibile”.

1) Elaborazione Ewiva basata su dati annuali di consumo medio dei veicoli elettrici sul mercato ed emissione media del parco circolante italiano.