In questo articolo si parla di:
Bozza automatica 988

Il futuro della mobilità urbana è uno dei temi ricorrenti e principali su Emoving Magazine. Lo abbiamo affrontato regolarmente in questi mesi, intervistando gli attori protagonisti del settore, riprendendo gli studi e le ricerche più interessanti e presentando ai nostri lettori le aziende e prodotti più meritevoli sul mercato o con il potenziale per diventarlo nel breve-medio periodo. In quest’ultima categoria, a nostro avviso, rientrano anche un brand e un veicolo arrivati da poco in Italia, e che si inserisce a pieno nel discorsi dei nuovi trend di trasporto privato in città.

Bozza automatica 987

Si tratta di SWAPA, azienda cinese produttrice dell’omonimo quadriciclo che sul nostro mercato si sta facendo conoscere grazie a FILANTE Motors, distributore lombardo specializzato in automotive, veicoli elettrici e healthcare, sempre con l’obiettivo di aprire nuo­ve prospettive per il futuro. È il motivo per cui l’azienda, con sede a Pero (Milano), ha scelto di sposare il progetto di SWAPA, in un impegno che riser­verà grandi sfide nei prossimi anni. Ne abbiamo parlato con Francesco Maria Farina, managing director di FILANTE Motors, che ci ha tracciato le strategie per la commercializzazione della minicar nel nostro Paese.

Bozza automatica 990

L’intervista
Francesco Maria Farina,
managing director di Filante Motors

Quando nasce il progetto e su quali premesse?
SWAPA è un veicolo progettato nel 2021, nato per lo sharing veloce urbano nei mercati far east. Il progetto si concretizza nel 2022 in Europa, in occasione di Eicma 2022 e 2023, grazie al supporto di FILANTE Motors, l’azienda che insieme alla casa madre ha pianificato il lancio in Italia.

Qual è il valore aggiunto che volete portare nel mercato dell’elettrico e quale ritenete sia il punto di forza del vostro prodotto?
Il settore dei veicoli elettrici riscontra oggi accesi dibattiti e pareri molto contra­stanti. A differenza dei marchi orientati verso i veicoli “long range”, che come tali dovrebbero sostituire i veicoli a combustione tradizionali con non poche dif­ficoltà al momento a parte rari casi, per noi che ci occupiamo di veicoli elettrici per la micromobilità urbana la prospettiva è molto diversa. Con SWAPA puntia­mo a un nuovo modo, efficiente e sostenibile, di muoversi in città, con un veicolo compatto ma completo di tutte le caratteristiche di una vettura moderna.

SWAPA si pone come un “nuovo format per lo spostamento personale urba­no”. Ci spiegate di cosa si tratta e come siete giunti a questa conclusione?
Abbiamo prima di tutto effettuato uno studio approfondito sulla mobilità urbana, che ha evidenziato la necessità di introdurre sul mercato un vei­colo elettrico compatto e flessibile, adatto davvero per gli spostamenti quotidiani. Il nostro concept di vettura elettrica larga meno di 1 metro, chiamato modulo ONE+1, nasce per ospitare un singolo adulto, ma può ospitare comodamente anche un secondo passeggero dietro il sedile del conducente. Questo ci permette di offrire una soluzione adatta alle esi­genze di spostamento individuale nella vita quotidiana.

Bozza automatica 986

Quanto lavoro c’è dietro alla realizzazione di SWAPA e che passaggi avete dovuto intraprendere a riguardo?
Anzitutto c’è da fare una distinzione: SWAPA, a differenza di tutti i quadricicli leggeri disponibili attualmente sul mercato, è una vettura dotata di telaio mo­nocoque in alluminio, la medesima architettura di una vettura tradizionale. Se sorvoliamo gli evidenti benefici di stabilità e sicurezza in abitacolo e andiamo invece a contestualizzare SWAPA nel mondo dei veicoli, ci rendiamo subito conto degli ingenti investimenti sostenuti nella progettazione del prodotto, della linea produttiva e di tutte le competenze coinvolte nel processo di crea­zione del prodotto.

Dove risiede la parte di ricerca tecnologica nel concept di auto che proponete?
Dal punto di vista tecnologico e delle dotazioni SWAPA al momento non ha eguali nel settore di riferimento. Climatizzatore, servosterzo, navigatore, con­nessone Apple Car Play, sensore Daylight, display infotainment 12” e aggiorna­mento software remoto con tecnologia OTA, solo per citarne alcuni. I partner tecnologici e produttivi coinvolti nel processo di sviluppo di SWAPA sono oggi le vere eccellenze nel settore automotive.

Nel comparto della mobilità elettrica urbana, trovate che il vostro prodot­to risponda a un’esigenza specifica finora non soddisfatta?
SWAPA è un prodotto unico e estremante innovativo: si guida a partire da 14 anni, quindi si rivolge al pubblico dei giovanissimi, come prima auto. Ma non è solo un veicolo per i giovani: è un prodotto perfettamente alternativo allo scooter tradizionale, con l’enorme vantaggio di comfort di un veicolo luxury, caratteristiche ricercate dagli utenti adulti.