In questo articolo si parla di:
Bozza automatica 998

E.ON e BMW Group insieme per creare la casa del futuro, dove l’auto elettrica diventa parte integrante del sistema energetico domestico. La collaborazione strategica tra le due aziende ha portato alla nascita di “Connected Home Charging”, un ecosistema di ricarica che consente ai clienti di collegare la propria auto BMW o MINI direttamente al sistema energetico. La tecnologia garantisce un bilanciamento dei carichi dinamici che permette la gestione intelligente della potenza tra le utenze domestiche: fa arrivare l’energia verde direttamente all’auto e, eventualmente, all’abitazione in caso di carenza di energia verde (smart charging).

Casa e auto insieme come un hub

Il nuovo sistema di E.ON e BMW garantisce una disponibilità continua di energia elettrica all’interno dell’abitazione e permette di distribuire il consumo domestico dell’elettricità in modo intelligente (tramite la funzione di gestione del carico). In questo modo gli utenti non dovranno preoccuparsi della quantità di energia disponibile. Infatti, il consumo di elettricità dell’abitazione sarà gestito per primo e la ricarica dell’auto elettrica adattata agli altri consumi dell’abitazione, dato che le auto elettriche rimangono in genere parcheggiate per un tempo superiore a quello necessario per la ricarica. I mercati pilota sono Italia, Germania, Austria, Danimarca, Norvegia e Svezia.

“La collaborazione con il Gruppo BMW ci rende particolarmente orgogliosi, perché crediamo che la sinergia tra le rispettive competenze possa segnare un grande passo per le frontiere della mobilità e dare impulso alla transizione ecologica del Paese. Stiamo dando vita a un ecosistema unico a vantaggio dell’intero territorio, capace di aiutare quotidianamente i cittadini a ridurre le proprie emissioni e a generare un futuro migliore e più sostenibile”, ha commentato Luca Conti, ceo di E.ON Italia.

“Insieme a E.ON, stiamo facendo dell’auto un elemento chiave della casa intelligente, con le auto elettriche BMW e MINI al centro. Questo porta equilibrio nell’ecosistema energetico privato, riducendo i costi energetici per i nostri clienti e migliorando la loro impronta di carbonio, ottimizzando l’uso di energia verde. La cooperazione ci permetterà anche di integrarci in modo intelligente nel mercato dell’energia in futuro”, ha dichiarato Dominik Becks, responsabile delle nuove aree di business per i servizi energetici del BMW Group.

Il pacchetto include la BMW / MINI Wallbox Plus come punto di ricarica smart, un contatore intelligente con connessione back-end come base per tutti i servizi di Connected Home Charging e tutte le attività di installazione e configurazione gestite da E.ON. Il pacchetto sarà disponibile per tutti gli utenti BMW e MINI, anche per chi non ha installato il fotovoltaico presso la propria abitazione, per consentire la ricarica dei veicoli elettrici e ibridi plug-in.

Implementazione congiunta della ricarica bidirezionale

Nell’ambito della cooperazione tra BMW ed E.ON in futuro verranno implementate altre funzionalità. Tra queste, la ricarica ottimizzata per i costi, che consente ai clienti di partecipare all’andamento dei prezzi sul mercato dell’elettricità, per ricaricare a prezzi particolarmente bassi in determinati momenti. Con la BMW Neue Klasse, a partire dal 2025, l’offerta Connected Home Charging sarà estesa anche alla ricarica bidirezionale. Questa tecnologia consente ai clienti di utilizzare la batteria ad alta tensione del veicolo elettrico come unità di accumulo e di immettere successivamente l’elettricità immagazzinata nella rete o di utilizzarla nella propria abitazione.