In questo articolo si parla di:
piaggio investimenti

Il ministero delle Imprese e del Made in Italy (Mimit) ad aprile ha autorizzato un Contratto di sviluppo del Gruppo Piaggio che prevede un piano di investimento di circa 112 milioni di euro per l’ampliamento della produzione di veicoli a zero emissioni nello stabilimento di Pontedera, in provincia di Pisa.

L’evoluzione dello stabilimento

La fabbrica di Pontedera è una vera e propria certezza. Qui, da sempre, vengono realizzati alcuni dei prodotti più celebri dell’azienda, come per esempio la Vespa.

Il programma di sviluppo industriale per l’importante polo è stato denominato “E-Mobility” e, in base a quanto comunicato dalla società, prevede l’introduzione e lo sviluppo di una nuova linea di motori elettrici “dedicata a veicoli a zero emissioni di nuova generazione”.

In totale i nuovi progetti saranno ben cinque e realizzati interamente da Piaggio, che si occuperà di tutte le fasi, dalla ricerca industriale dei materiali fino allo sviluppo sperimentale di prototipi e prodotti finiti.

Ma non solo, perché una grande attenzione sarà data anche allo sviluppo dei componenti stessi e delle soluzioni digitali per il monitoraggio dello stato degli scooter (computer di bordo avanzati) e nuovi sistemi di assistenza alla guida, ormai fondamentali ai fini omologativi anche nel settore delle due-ruote.

Lontano dall’Oriente per l’Italia

In base a quanto comunicato dal Ministero stesso e dall’azienda, uno degli obiettivi sarà realizzare prodotti con pochissimi componenti provenienti dall’Oriente, in particolare dalla Cina: qualcosa che dovrebbe garantire nel ciclo di vita dei veicoli un minor impatto ambientale e minori consumi energetici nella produzione.

L’accordo sarà gestito da Invitalia per conto del Mimit che ha disposto oltre 38 milioni di euro in agevolazioni a valere sul Fondo “Sostegno Filiera Automotive”.

Fonte: Insideevs