In questo articolo si parla di:
Bozza automatica 1006

È attiva la nuova rete di ricarica cittadina realizzata a Carugate da FastWay, uno dei principali Charge Point Operator (CPO) indipendenti italiani nel settore della ricarica in alta potenza. Quello di Carugate è il primo di una serie di progetti volti all’elettrificazione delle principali città dell’hinterland milanese e, in generale, delle più importanti direttrici di traffico della Lombardia.

Si tratta complessivamente di due colonnine Ultra-Fast, ciascuna con potenza massima di 120 kWe 2 presidi tipo CCS2 in corrente continua, in grado di portare in circa 30 minuti dal 20% all’80% lo stato di carica degli attuali veicoli Long Range presenti sul mercato. La prima infrastruttura è collocata nel pieno centro cittadino, in via Alcide de Gasperi, e garantisce un accesso sicuro alla ricarica per residenti e turisti; la seconda colonnina, utile più a chi è di passaggio, si trova lungo la Provinciale 121, che collega Carugate a Cernusco sul Naviglio, in prossimità della zona commerciale.

Il sindaco Luca Maggioni e l’assessore all’Ambiente Piergiorgio Comelli hanno commentato: “Queste nuove attivazioni sono una sfida importante per il futuro. Investire nelle colonnine di ricarica elettrica ultrarapide, che come Amministrazione Comunale stiamo sostenendo, favorisce la cittadinanza così da garantire per i prossimi anni una copertura sufficiente all’aumento di immatricolazioni di nuove vetture green”.

“Ringraziamo l’amministrazione e l’Ufficio Tecnico del Comune di Carugate per il supporto e l’efficienza dimostrata, che ci hanno permesso di realizzare le nostre infrastrutture di ricarica in tempi da record”, ha aggiunto Paolo Esposto, ceo di FastWay. “Dopo aver ottenuto l’autorizzazione comunale, infatti, abbiamo impresso un’accelerazione al processo di installazione, completando con successo l’intero progetto in pochi mesi. Questo risultato è frutto dell’impegno costante della nostra azienda nel fornire soluzioni di ricarica veloci ed efficienti, rispondendo prontamente alle crescenti esigenze della mobilità elettrica e delle amministrazioni che credono in noi”.