Bozza automatica 1028

A due anni dalla firma dall’accordo di collaborazione tra Uber e il consorzio itTaxi, prosegue la partnership che prevede importanti novità sul fronte della sostenibilità e dell’elettrificazione delle vetture, in questo caso con il radiotaxi più grande di Roma, il 3570, il 6969 a Milano e La Partenope di Napoli.

Grazie a una serie di incentivi forniti da Uber Italia, i taxi dei radiotaxi di Roma, Milano e Napoli aderenti al consorzio possono accedere a condizioni particolarmente favorevoli per l’acquisto e il leasing di vetture a emissioni zero. Diversi modelli disponibili, chilometraggio illimitato consono alle necessità tipiche dei taxi, condizioni di pagamento vantaggiose e ulteriori incentivi fanno parte del pacchetto studiato appositamente da Uber, itTaxi e Tesla.

Bozza automatica 1027

Inoltre, sempre nell’ottica di accelerare la transizione verso vetture elettriche, Uber e itTaxi, mettono a disposizione dei taxi del radiotaxi 3570 una fornitura di colonnine di ricarica: si parte dalla sede del radiotaxi 3570 con l’obiettivo di estendere in futuro la fornitura anche nelle piazzole di sosta taxi della Capitale.

“Il nostro obiettivo è diventare un’app a emissioni zero entro il 2030 in Europa e per raggiungerlo dobbiamo impegnarci a creare le migliori condizioni che favoriscano il passaggio all’elettrico per tutti gli autisti che lavorano con la nostra app. Oggi iniziamo con i radio taxi di Roma, Milano e Napoli e contiamo di estendere le partnership e relativi incentivi anche ai taxi delle altre cooperative e radiotaxi del consorzio it Taxi con cui collaboriamo in tutto il Paese”, ha commentato Lorenzo Pireddu, general manager di Uber Italia.

“Il consorzio itTaxi non rappresenta soltanto una app, ma una piattaforma in continua evoluzione, che cresce e si adatta in base alle esigenze della nostra comunità. La nostra tecnologia è da sempre all’avanguardia: per questo siamo molto orgogliosi di annunciare questo accordo che, a due anni esatti dall’inizio della collaborazione tra Uber e la nostra piattaforma, permetterà ai taxi di Roma, Milano e Napoli di svecchiare la flotta e, al contempo, rispettare l’ambiente. Stiamo già lavorando affinché la partnership si estenda ai radiotaxi di molti altri Comuni italiani”, ha dichiarato Loreno Bittarelli, presidente del consorzio itTaxi e della cooperativa 3570. 

La partnership tra Uber e il consorzio itTaxi è attiva in 10 città italiane: Milano, Roma, Napoli, Palermo, Cagliari, Olbia, Venezia, Vicenza, Padova e Trieste.