In questo articolo si parla di:
polini giro-e

L’edizione 2024 del Giro-E d’Italia si è conclusa con successo, offrendo un’esperienza unica nel panorama delle eBike. Dal 4 al 26 maggio, su un percorso di 20 tappe abbinato al leggendario Giro d’Italia, ciclisti non professionisti hanno potuto affrontare le impegnative salite solitamente riservate ai campioni.

Polini si è distinta come protagonista assoluta di questo evento, grazie alle prestazioni eccezionali dei suoi motori E-P3+. Oltre 50 eBike equipaggiate con i motori Polini E-P3+ sono state schierate da quattro rinomate case ciclistiche: Guerciotti, Olmo, Parkpre e VKT.
Questa competizione ha rappresentato un banco di prova fondamentale per l’azienda, confermando ancora una volta la qualità e l’affidabilità dei suoi prodotti.

Alte prestazioni e tecnologia avanzata

I motori Polini E-P3+ si sono distinti per le loro prestazioni elevate, grazie ai modelli E-P3+ EVO da 75 Nm e E-P3+ GP da 80 Nm. Questi motori hanno permesso ai team di eccellere in tutte le tappe, dimostrando la superiorità tecnologica e la potenza dei prodotti Polini. La capacità di offrire potenza e velocità eccezionali è stata una delle chiavi del successo per i partecipanti al Giro-E.

Incredibile autonomia della batteria

Un altro aspetto fondamentale che ha conquistato i ciclisti è stata l’ineguagliabile autonomia della batteria delle e-bike motorizzate E-P3+. Questa caratteristica ha consentito ai partecipanti di affrontare lunghe distanze senza preoccupazioni, garantendo performance costanti anche nelle tappe più impegnative. La sicurezza di poter contare su una batteria di lunga durata ha rappresentato un vantaggio competitivo non indifferente, confermando la scelta dei partecipanti per Polini.

Feedback positivi dai partecipanti

Non sorprende che i ciclisti abbiano espresso unanime apprezzamento per le e-bike dotate di motori Polini E-P3+. La consapevolezza di poter contare su un mix perfetto di alte prestazioni, potenza, velocità e lunga autonomia ha reso queste e-bike le preferite nel corso del Giro-E. L’esperienza positiva vissuta dai partecipanti è un’ulteriore conferma del valore e della qualità dei motori Polini.