In questo articolo si parla di:
conebi overstock

Conebi ha rilasciato il suo report relativo all’andamento dell’industry nel 2023, che essenzialmente corrobora la tesi secondo la quale un difficile 2023 avrebbe “resettato” il settore. Tuttavia il gruppo, che rappresenta diverse associazioni di bici in tutta Europa, ha paventato la possibilità che i problemi di overstock che hanno rovinato il mercato “potrebbero risolversi nel 2025“.

L’European Bicycle Industry and Market Profile (BIMP) 2024 di Conebi ha notato una crescita del mercato, in particolare nell’ultimo decennio (guidato dall’infrastruttura e della popolarità delle eBike). Tuttavia, non ci è andato leggero, entrando nel dettaglio del calo delle vendite del 2023.

Le vendite di bici hanno raggiunto il totale di 11,6 milioni di unità (2022: 14,7 milioni), mentre il calo delle vendite delle eBike è stato più modesto a 5,1 milioni di unità (2022: 5,5 milioni). Le vendite combinate di bici muscolari ed elettriche ammontavano a € 19,3 miliardi, -8,9% rispetto al 2022 (forse meglio del previsto?). Conebi ha puntualizzato che il confronto non era semplice: il 2022 poteva godere ancora delle vendite eccezionalmente positive degli anni della pandemia.

Produzione: la capacità europea migliora nonostante l’overstock

La produzione ha visto un declino più acuto in risposta agli overstock del 2023. Tuttavia, gli investimenti nella capacità di produzione hanno continuato con nuove industrie e nuovi magazzini costruiti in diversi Paesi europei. Tali investimenti sono rimasti solidi a oltre € 1,9 miliardi (2022: € 2,1 miliardi), “riflettendo la continua fiducia e dedizione alla crescita“.

L’occupazione nella cycling industry cala in Europa

Sebbene Conebi abbia notato ampie differenze tra i vari Paesi, l’occupazione è calata nel 2023 – una scoperta non sorprendente se si considera il numero di insolvenze che il CIN ha riportato durante l’anno. Con informazioni raccolte da 1.200 aziende in tutta Europa, l’occupazione è in calo in media del -5,5% sul 2022.

Il presidente dell’associazione Massimo Panzeri ha dichiarato: “Politiche efficaci a livello europeo – all’interno del framework dell’European Green Deal e di una solida EU Industrial Strategy come la recente European Declaration on Cycling e il report sulla Transition Pathway of the Mobility Industries – sono essenziali per spingere sia a pedalare che il settore ciclo in tutta Europa. In ciò, le organizzazioni nazionali Conebi hanno un ruolo cruciale“.

Fonte: Cycling Industry News