In questo articolo si parla di:
atlante banque des territoires

Atlante France e Banque des Territoires si uniscono nella creazione di una joint venture destinata all’installazione e alla gestione di oltre 500 punti di ricarica rapida per veicoli elettrici, ponendo così una nuova pietra miliare nello sviluppo della rete di ricarica su tutto il territorio francese.

Il progetto

Questo progetto si inserisce nel contesto degli obiettivi a livello europeo e francese di raggiungimento della carbon neutrality entro il 2050, allineandosi ai principali impegni presi come la vendita di soli veicoli elettrici entro il 2035 e la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra provenienti dal settore dei trasporti. Grazie all’approccio tecnologico e unico di Atlante, la joint venture faciliterà l’accesso alla ricarica rapida per veicoli elettrici in tutto il Paese, anche nelle zone dove l’energia disponibile è limitata e dove sussistono vincoli di rete, contribuendo così a ridurre le disuguaglianze nell’accesso all’energia e incentivando un maggior numero di persone a passare alla mobilità elettrica. Le nuove stazioni di ricarica rapida saranno alimentate al 100% con energia rinnovabile con certificazione di Garanzia di Origine e, se possibile, con energia solare prodotta in loco. Atlante integrerà anche sistemi di accumulo di energia a batteria, permettendo agli utenti di beneficiare di un’esperienza di ricarica più fluida, anche durante i periodi di punta, e a un prezzo più vantaggioso.

La joint venture Alpis sarà finanziata con 40 milioni di euro di fondi propri, apportati per il 51% da Atlante e per il 49% da Banque des Territoires. Inoltre, agendo come partner di attuazione dell’Unione Europea nel quadro del Transport – Alternative Fuel Infrastructure Facility (AFIF) del Connecting Europe Facility, Banque des Territoires ha, con il suo impegno finanziario, facilitato l’ottenimento da parte di Atlante di circa 50 milioni di euro di sovvenzioni in quattro Paesi, permettendogli così di installare una rete di stazioni di ricarica in tutto il Sud Europa.

Le dichiarazioni

Per Jacques Galvani, ceo di Atlante France: “Questa collaborazione con Banque des Territoires rispecchia perfettamente il DNA e gli obiettivi di Atlante: rendere la mobilità elettrica e 100% sostenibile accessibile a tutti, in tutto il Sud Europa. Desideriamo che le innovazioni tecnologiche promosse da Atlante in Europa, in particolare riguardo alla sinergia tra ricarica rapida, stoccaggio e produzione di energia fotovoltaica, possano portare beneficio a tutti i conducenti di veicoli elettrici e facilitare la transizione verso una mobilità più pulita”.

Siamo molto orgogliosi di contribuire, con il nostro investimento e il nostro ruolo di partner di attuazione del programma europeo CEF-T-AFIF, all’emergere di un leader nel campo della ricarica per veicoli elettrici in Francia e, più ampiamente, in Europa del Sud”, dichiara Pierre Aubouin, direttore del dipartimento infrastrutture e mobilità alla direzione degli investimenti di Banque des Territoires. “Associandoci con Atlante, partner qualificato, innovativo e impegnato in diversi segmenti di mercato su tutto il territorio, rafforziamo il nostro sostegno alla mobilità pulita e riaffermiamo il nostro impegno a favore della transizione ecologica”.